La pigna

Behh…lo so! Questa volta sono in netto ritardo e la ricetta e fuori stagione. Purtroppo però a Pasqua non ho avuto modo di proporvela e quindi ho pensato che questa volta vale il detto: “meglio tardi che mai”!
Questo straordinario dolce tipico irpino è d’obbligo prepararlo a Pasqua e a casa mia tutti ne vanno matti. Il sapore è quello d’altri tempi (la ricetta è della mia nonna), dopo aver infornato il tutto, la casa sarà invasa da un profumo fantastico.



Ingredienti:

  • 750 kg di farina 00 per dolci Rosignoli
  • 300gr. di zucchero
  • 25gr. di lievito di birra
  • 5 uova
  • 1 bicchiere di liquore Strega
  • 100gr. di burro Inalpi
  • limone grattugiato
  • vanillina

Panetto

  • 200gr. di latte
  • 250gr. di farina 00 per dolci Rosignoli
  • 15gr. di lievito


Procedimento:
La preparazione avviene la sera prima (tarda serata). Preparare il panetto impastando latte, farina e lievito. Lasciar lievitare tutta la notte per almeno 9/10 ore.
La mattina seguente il panetto dovrà essere utilizzato per impastare la pigna. Far sciogliere il burro a bagno maria e lasciarlo raffreddare. Su una tavola di legno disporre la farina a fontana e aggiungervi nel centro: uova, liquore, zucchero, burro fuso, lievito, limone grattugiato e vanillina. Impastare per un paio di minuti, giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti. Aggiungervi al centro il panetto e con forza, impastare per almeno 15/20 minuti. 
Sistemare l’impasto in uno stampo a ciambella di diametro 28cm e lasciar lievitare per circa 12 ore. Se preferite, potete sistemare sopra la pigna delle uova.
La lievitazione sarà molto lenta, quindi non allarmatevi. Dopo essersi raddoppiata, accendere il forno a 180° e lasciar cuocere per circa 40min.



In questo dolce di Pasqua è necessario utilizzare una farina ideale per dolci. Quella scelta da me è proprio la farina Rosignoli per dolci. Eccezionale per questo tipo di preparazioni.



Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License

14 Discussions on
“La pigna”

Rispondi a meggY Annulla risposta

Your email address will not be published.