Le cartellate

Le Cartellate sono un dolce di tradizione pugliese, ancora oggi particolarmente preparate in tutta la Puglia ma originarie della provincia di Foggia. In dialetto pugliese prendono il nome di “Carteddate” o anche di “Scartaghiet”. Si chiamano così in quanto la consistenza della pasta è così croccante e friabile che sembra carta. Sono dolci fritti e preparati con pochi ingredienti: farina, olio e vino bianco. Gli aromi come chiodi di garofano, arancia e cannella, ne danno un sapore più intenso e aromatizzato!
Cosparse di miele e frutta secca o di vin cotto, sono dolci che a Natale non posso mancare sulle vostre tavole.

Ingredienti:
  • 500gr. di farina
  • 100gr. d’olio
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • Scorzetta di arancia grattugiata
  • Chiodi di garofano a macerare nel vino bianco
  • Cannella (a piacere)

Procedimento:
Preparare l’impasto e lasciar riposare in frigo per almeno 30min. Stendere la pasta aiutandovi con una macchina per la pasta fatta in casa. L’importante è farla sottile in questo modo la cartellata, una volta fritta, diventerà friabile.
Tagliare con la rotellina a smerli delle strisce larghe 4 cm e lunghe 30 cm. Ciascuna di queste strisce va piegata in due e unita con le dita alla distanza di 3cm, dopodiché si arrotolano su se stesse fino a formare degli alveari.


Friggere in olio bollente fino a farle dorare. Fate attenzione a non far chiudere i nidi.
Si possono decorare con:
  • miele di acacia Zeffiro
  • noci e nocciole tritate
In alternativa, cospargerse di vin cotto.


4 Discussions on
“Le cartellate”

Rispondi a Anonymous Annulla risposta

Your email address will not be published.