Alla scoperta di Salerno con #NeffATuttoGas

Vi ricordate quando qualche settimana fa gironzolavo lungo le strade di Salerno con La Neff Mobile in compagnia dell’esperto food and wine del Cucchiaio d’Argento, Stefano Caffarri? E’ arrivato il momento di raccontarvi un po’ di questa meravigliosa avventura #NeffATuttoGas. In una giornata quasi primaverile di novembre, siamo andati alla scoperta di Salerno e dei suoi prodotti tipici. La prima tappa di questa entusiasmante giornata è stata Cetara. Questo piccolo paese della costiera Amalfitana, un borgo marinaro molto conosciuto per la produzione della colatura di Alici. Il ristorante Acqua Pazza, ci accolto per spiegarci l’arte di questa produzione che viene chiamata “l’oro di Cetara”. Pazienza e amore in quello che si fa, sono i due ingredienti fondamentali per portare in tavola una colatura di alici di alta qualità ed infatti, la foto parla da sola. Spagnettoni con colatura di alici semplicemente divini.

Una sosta al piccolo porto non poteva mancare. Pietro ci racconta che per oltre 50 anni ha fatto il pescatore e che adesso trascorre il suo tempo nel sistemare le reti. Racconta della sua vita, dell’amore per il mare che lo ha spinto a fare questo lavoro tanto bello quanto duro e sicuramente pieno di sacrifici.

La passeggiata lungo la spiaggia di Cetara ci ha regalato un panorama meraviglioso. Colori caldi del tramonto, che si fondono all’azzurro del mare.

L’ultima tappa di questo viaggio, si chiude con una passeggiata a Salerno per ammirare le famose Luci d’artista. Quando cala il sole, la città si veste con mille lucine e l’atmosfera diventa magica. La Villa Comunale di Salerno è davvero un giardino incantato dove l’installazione di luci dedicate alle fiabe, fanno sognare sia i grandi che i piccini.

Prima di salutarci Stefano mi ha lanciato una sfida, preparare un risotto con scarole, provolone del monaco e ceci. Che ne dite? Vi piace la mia proposta? Ho preparato una cupola di scarola con risotto ai porri e provolone, e servito il tutto su crema di ceci. Un piatto semplice ma assai gustoso da preparare anche per un pranzo speciale durante le festività di Natale.

Ingredienti

  • 300gr. di riso carnaroli
  • 1 porro
  • 100gr. di pancetta a dadini
  • olio extravergine di oliva
  • vino bianco
  • sale
  • pepe nero
  • brodo q.b.
  • Scarola liscia q.b.
  • 250gr. di ceci già lessati
  • Provolone del monaco
  • peperoncino

Procedimento

Per prima cosa lavate accuratamente le scarole e cuocetele a vapore o in acqua per pochi secondi. Rivestite una cupola di alluminio con le foglie di scarola. In una piccola casseruola fate cuocere una patata piccola insieme ai ceci. Successivamente frullate con l’aiuto di un mixer ad immersione. Aggiungete sale e pepe. Nel frattempo preparate il risotto. Fate soffriggere il porro, la pancetta con poco olio e tostate il riso. Quando la fase di tostatura sarà completa, sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare. Cuocere il riso aggiungendo di tanto in tanto il brodo e quando la cottura sarà completata, aggiungere del provolone e una noce di burro. Sistemare il riso all’interno di ogni cupola e chiudere con le foglie di scarola. Servire la cupola di risotto sulla crema di ceci. Decorare il piatto con un peperoncino piccolo.

1 Discussion on “Alla scoperta di Salerno con #NeffATuttoGas”

Leave A Comment

Your email address will not be published.